Jet Lag: 10 tecniche per superarlo

Per chi è appassionato come noi di viaggi e adora girovagare per il mondo in una continua esplorazione, è abbastanza normale trovarsi spesso a fare i conti con il fenomeno del jet lag, che ha il potere di scombussolare sempre un po’ i nostri ritmi.

Mal di testa, difficoltà a prendere il ritmo, stato comatoso per alcuni giorni … ti ci ritrovi?

Fortunatamente ci viene in aiuto una serie di suggerimenti che possono aiutare il nostro fisico a tenere botta durante lunghi viaggi e cambi di fuso abbastanza importanti

Sei pronto? … Partiamo!

1. inizia a far abituare il tuo organismo al cambio di orari che affronterà nella nuova destinazione: ad esempio se il tuo viaggio è verso Est, inizia qualche giorno prima della partenza ad anticipare il tuo orario di cena e vai a letto prima del solito.

Se invece viaggi verso Ovest, prova ad allungare le tue giornate, facendo tutto più tardi. In questo modo potresti aiutare il tuo corpo a “settarsi” anticipatamente ai nuovi orari.

2. un valido aiuto più psicologico è dato dallo spostare le lancette del tuo orologio sul nuovo orario appena salito sull’aereo, in modo da preparati mentalmente alla nuova destinazione in maniera quasi naturale.

3. Sembra poco, ma l’idratazione in questo caso conta molto più di quanto crediamo.

Durante il viaggio è bene bere molto, in modo da tenere il corpo perfettamente idratato, soprattutto durante il volo aereo in cui l’aria condizionata contribuisce alla disidratazione, che rappresenta uno dei primi sintomi del jet lag. Meglio evitare alcolici e caffeina, in quanto accentuano gli effetti della disidratazione.

4. Questo non è molto facile, ma potresti avere un ulteriore beneficio provando a mangiare a bordo del volo ad orari più simili a quelli della tua destinazione finale.

Non è semplice perché a bordo solitamente rispettano tempistiche tecniche legate alla durata del volo e si basano più sugli orari del luogo di partenza.

5. Se l’arrivo previsto è di giorno, cerca di restare sveglio durante il viaggio, mentre se l’arrivo è di notte, fate di tutto per dormire, usando tappi per le orecchie, mascherine e stressando il passeggero seduto dietro di te reclinando il sedile per addormentarti più facilmente.

6. Quando arrivi, fai attività fisica, meglio con un’illuminazione naturale.

La luce del sole aiuta ad adattarsi ai nuovi orari e restare il più possibile all’aperto durante il giorno. Fai uno sforzo per non rintanarti in hotel a dormire, e cerca di arrivare a sera, al massimo con un veloce riposino di mezz’ora.

7. Stare leggeri con i pasti ti aiuterà ad adattare la tua routine digestiva.

Abbondare con pasti pesanti rischierebbe di creare disagi al vostro fisico, in particolare all’intestino.

8. Fare un po’ di esercizio fisico nel tardo pomeriggio e la mattina ti farà stancare fisicamente e di conseguenza dormire meglio.

9. Le proteine a colazione sono un toccasana per essere più lucidi.

Ti svelo un segreto: inalare olio essenziale di pompelmo rivitalizza l’organismo e assumendolo per via orale aiuta la regolazione del ciclo sonno/veglia.

10. Anche la melatonina non è da escludere; si tratta di un ormone che viene creato naturalmente dal nostro corpo quando dormiamo.

Assumerla 30 minuti prima di coricarsi al buio, per circa quattro giorni dall’arrivo, aiuta a “riparare” l’orologio biologico e a ritrovare il benessere.

 

E tu come gestisci l’adattamento ai nuovi orari durante un viaggio? Hai altre strategie per superare il Jet Lag Ti sarei molto grata se avessi voglia di condividere la tua esperienza e aggiungere i tuoi suggerimenti nei commenti qui sotto!

Autore

client-photo-1
WeLoveTravel
Ramona Venini - We Love Travel Consulente di Viaggi Online e Travel Blogger Viaggiatrice seriale, cresciuta nel mondo dei viaggi Racconta esperienze, consigli di viaggio, propone vacanze e soprattutto promuove un NUOVO MODO DI VIAGGIARE.

Commenti

Lascia un commento