Noleggio auto: ecco cosa controllare prima di affittare una macchina

Quando si organizza un viaggio ci sono alcune cose da sistemare prima delle altre.

A meno che tu non abbia deciso di affidarti a un personal travel agent che organizzi tutto al posto tuo, dovrai innanzitutto pensare a prenotare il volo e l’hotel.

Di come scegliere il volo migliore e come trovare dove dormire senza spendere troppo ho già parlato precedentemente, ora è arrivato il momento di affrontare il terzo step fondamentale del viaggio ben organizzato: il noleggio auto.

Perché? Beh, perché affittare una macchina significa garantirsi quel che ogni viaggiatore che si rispetti rincorre per tutta la vita: la libertà.

 

We Love Travel On the Road

Il viaggio on the road è una di quelle cose che tutti dovrebbero provare almeno una volta nella vita. La libertà di crearsi il proprio itinerario su misura, il privilegio di infilarsi in una stradina solo perché ci ispira o di raggiungere quel piccolo paese arroccato sulla collina fuori dagli itinerari turistici e dai trasporti locali. Insomma, la libertà di essere viaggiatori e non turisti.

Che tu stia per partire per l’agognato coast to coast degli States o per un “semplice” week end alla scoperta della campagna Toscana, difficilmente troverai modo migliore di visitare un luogo e viverlo da dentro che percorrendo le sue strade e andando alla scoperta dei suoi angoli più preziosi e nascosti.

 

Quando affittare una macchina e quando no

Questo non significa che noleggiare una macchina sia indispensabile, tutt’altro. Se la tua destinazione è una grande città, ad esempio, potrebbe non solo essere inutile (le grandi città hanno spesso, anche se non sempre, una buona rete di trasporti pubblici) ma una vera e propria follia. Immagina di affittare un’auto per andare alla scoperta di Napoli: a meno che tu non sia un rallista provetto o ti sia fatto le ossa una a una guidando in qualche Paese asiatico, probabilmente non ne usciresti vivo! Tu e la tua assicurazione. Molto meglio in questo caso investire in un buon paio di scarpe da ginnastica e godertela a piedi.

Se invece il viaggio che hai in mente è itinerante e magari hai a disposizione un numero limitato di giorni, avere un’auto che ti scarrozzi in giro diventa quasi un passo obbligato. Per risparmiare tempo e spesso anche denaro.

Ma… c’è sempre un ma.

Noleggio auto: we will survive!

Affittare una macchina può sembrare una stupidaggine: e che ci vorrà mai? Questa sorta di spavalderia da “tanto non mi fregano” è il classico errore da evitare come la peste. Perché se già prenotare un volo e un hotel può trasformarsi, a causa di tasse e clausole sommerse, in una sfida per cuori impavidi (a meno di non conoscere qualche piccolo trucco anti-fregatura), il noleggio auto può essere un vero e proprio campo minato.

Spesso, infatti, le compagnie di autonoleggio abbassano i prezzi per attirare clienti, per poi rifarsi con una serie di spese aggiuntive in tema di assicurazione, carburante, secondo guidatore ecc, con il prezzo che lievita proprio sul finale. Nessuno leggerà mai da cima a fondo il contratto di noleggio, pagine su pagine fitte di clausole, eccezioni, postille e distinguo: loro lo sanno e spesso ci giocano, con il risultato che l’agenzia di noleggio auto ci guadagna e tu rischi di rovinarti il portafogli e la vacanza.

Non demoralizzarti però, la soluzione c’è ed è proprio dietro l’angolo. E anche in questo caso si chiama: “occhio alle fregature!”.

Ma cominciamo con l’ABC, ovvero…

 

Cosa serve per noleggiare un’auto

Oltre alla maggiore età, tutto quello che ti occorre per noleggiare un’auto all’interno dei Paesi della Comunità Europea (Croazia, Norvegia, Svizzera, Islanda e Turchia compresi) è:

  • la patente italiana (occhio alla scadenza!);
  • una carta di credito con i numeri in rilievo.

La carta di credito non è un optional, ma condizione sine qua non per affittare un’auto. Niente Postepay, niente ricaricabili, niente carte di debito (bancomat), ma carta di credito intestata al primo guidatore e collegata a un conto con un fondo sufficiente a coprire eventuali depositi di garanzia, solitamente corrispondente al pieno carburante, all’IVA e, se prevista, alla franchigia.

Per guidare fuori dall’Europa (Russia compresa) occorre la patente internazionale, che non è altro che la traduzione della patente italiana e può essere richiesta alla Motorizzazione Civile del proprio comune di residenza.

 

Il check up completo del noleggio auto:
ecco cosa controllare prima di affittare una macchina

Prima di cliccare sul tasto “Prenota” dell’agenzia di autonoleggio, sottoponi la tua prenotazione a un check up completo, che comprenda i seguenti 8 punti.

  1. Informati sul codice stradale del Paese in cui vuoi guidare

Sebbene la Comunità Europea condivida diverse regole base, ogni Paese è diverso e prima di noleggiare un’auto e mettersi al volante è tassativo controllare quali sono le regole interne, come come senso di marcia, limiti di velocità ecc., giusto per evitare quei piccoli, trascurabili errori come imboccare una strada inglese sulla carreggiata di destra o fuggire senza pagare il pedaggio.

  1. Controlla la clausola carburante

Se cerchi un’auto su Rentalcars, noterai subito che le auto si dividono in due categorie per quanto riguarda la politica carburante: “full to full” e “pre purchase”. Nella tendina a sinistra del sito è possibile restringere la ricerca selezionando la modalità prescelta.

Full to full: L’auto viene ritirata con serbatoio pieno e restituita con serbatoio pieno. Spesso questa soluzione è un po’ più cara ma più trasparente, senza cioè costi aggiuntivi.

Pre purchase: l’auto viene ritirata con il serbatoio pieno e restituita con il serbatoio vuoto o la benzina rimasta. Le auto a noleggio che applicano questa politica carburante sono spesso più economiche sulla carta ma occorre fare attenzione perché richiedono un sovrapprezzo per riempire il serbatoio e il prezzo che viene applicato per il pieno è di solito maggiore di quello che si pagherebbe a un distributore. Controlla sempre la policy per vedere se vengono rimborsati i litri di benzina avanzati.

  1. Verifica se è incluso il secondo guidatore

Se prevedi di guidare per lunghi tragitti e viaggi in coppia è buona idea che possiate guidare entrambi. In questo caso assicurati che nel prezzo sia compreso il secondo guidatore. Una volta mi è capitato che non lo fosse (“Ma come signora, non lo ha letto a pagina 4 del nostro contratto?”) e sono stata costretta a pagare un sovrapprezzo per ogni giorno di noleggio. E non mi è ancora andata giù!

  1. Fai attenzione agli extra under 25 e over 65

Molte compagnie di autonoleggio, la maggior parte per la verità, aggiungono un sovrapprezzo nel caso il guidatore abbia un’età inferiore ai 25 anni (talvolta 30) e sopra i 65, ma l’entità dell’extra varia da compagnia a compagnia.

  1. Informati se la tua carta di credito copre il noleggio auto

Spesso le carte di credito coprono in caso di incidenti con auto a noleggio: controlla se nel tuo caso è vero prima di pagare inutilmente per una delle tante assicurazioni che ti proporranno. Se sei assicurato, controlla che la copertura valga anche al di fuori del tuo Paese di residenza.

  1. Controlla se c’è la franchigia

Quando nella tua ricerca ti imbatti in prezzi particolarmente bassi è facile che sia prevista una franchigia per l’auto che affitti, ovvero la cifra che in caso di sinistro spetta a te pagare. Evitala come la peste, o cambiando compagnia  di autonoleggio o acquistando una polizza che la annulli. Scegli possibilmente una società di autonoleggio che abbia incluso nel prezzo l’assicurazione kasco e che copra sempre, e per sempre intendo sempre, la responsabilità civile obbligatoria e i danni alla persona.

  1. Fai il check up dell’auto

Una volta prenotata la tua macchina a noleggio, restano ancora due controlli da fare: quelli al momento del ritiro della macchina. Il primo riguarda l’auto stessa, il secondo lo vedremo al punto successivo. Trasformati in Sherlock Holmes, fai il giro dell’auto e studiala meticolosamente come una banconota in sospetto di falsità alla ricerca di ogni imperfezione. Prendi nota e fotografa ogni graffio, ammaccatura, macchia o strappo nell’interno e assicurati che ogni difetto venga riportato nel contratto di affitto onde evitare spiacevoli contestazioni (e salati pagamenti extra).

  1. Controlla la carta di credito

Visto che fidarsi è bene e non fidarsi è di sicuro meglio, dopo avere effettuato la prenotazione controlla bene che nella tua carta di credito non siano improvvisamente comparsi servizi extra che non hai richiesto. Fidati, succede anche questo!

 

Quale compagnia di noleggio auto scegliere?

 

Anche in questo caso, come per i voli e gli hotel, è una vera giungla. Le compagnie di noleggio auto sono tantissime, i motori di ricerca pure e perdersi non solo è difficile ma anche un po’ scontato. Esiste una compagnia migliore in assoluto? No. Perché il prezzo dipende da tantissimi fattori e quella che potrebbe essere la compagnia con l’offerta migliore oggi e per quel particolare Paese potrebbe non esserlo domani o altrove.

Il mio consiglio è: gioca sul sicuro. Che in questo caso significa Rentalcars.

 

Perché Rentalcars?

  • Perché presenta un’offerta enorme ed è presente in ben 160 paesi, cosa che non è da tutti.
  • Perché il sito è semplice da usare, con la possibilità di scegliere il proprio linguaggio e la valuta preferita.
  • Perché non ci sono fee per pagamento con carta di credito.
  • Perché offre assistenza telefonica 24 ore su 24.
  • Perché è ricco di recensioni, che, come abbiamo visto anche per voli e hotel, sono fondamentali per evitare le fregature.
  • Perché include sempre i fondamenti dell’assicurazione noleggio auto, ovvero protezione furto e kasco.

Se anziché affidarti a un motore di ricerca preferisci andare direttamente alla fonte, puoi provare con Hertz, la più grande e antica compagnia di macchine a noleggio al mondo (dal 1918), una vera e propria garanzia di affidabilità. Ottime anche Alamo, molto forte sul mercato USA e in Canada, e Avis, altra pioniera dell’autonoleggio che presenta diversi marchi minori per noleggio auto low cost.

Per un confronto veloce tra le offerte delle diverse compagnie, può essere molto utile fare una ricerca anche su Segugio, ottimo sito di comparazione prezzi per non farsi sfuggire l’offerta migliore.

 

Autore

client-photo-1
WeLoveTravel
Ramona Venini - We Love Travel Consulente di Viaggi Online e Travel Blogger Viaggiatrice seriale, cresciuta nel mondo dei viaggi Racconta esperienze, consigli di viaggio, propone vacanze e soprattutto promuove un NUOVO MODO DI VIAGGIARE.

Commenti

Lascia un commento